Da giugno 2021, i Core Web Vitals (CWV) per i dispositivi mobile sono uno dei fattori chiave di ranking per i siti, ed è per questo che i CWV e l’ottimizzazione del sito giocano un ruolo importante per attirare e mantenere gli utenti. Nel febbraio 2022, Google ha iniziato a implementare i CWV alle versioni desktop dei siti, con il completamento dell’aggiornamento previsto per la fine di marzo. Con questa premessa, è fondamentale per gli editori capire come ottimizzare i loro Core Web Vitals per il desktop.

In generale, i requisiti di ranking per le versioni desktop dei siti saranno gli stessi di quelli per mobile, con largest contentful paint (LCP), cumulative layout shift (CLS) e first input delay (FID), utilizzati per misurare rispettivamente la velocità di caricamento, la stabilità e la reattività. Questi saranno utilizzati insieme ad altri segnali di esperienza di pagina come la sicurezza HTTPS, il tempo di interattività totale e l’assenza di interstitials. (Potete leggere di più sulle metriche Core Web Vitals qui).

Ma c’è una differenza con i punteggi desktop: l’ottimizzazione del tuo sito per i dispositivi mobili non conterà per i risultati di ricerca desktop. Infatti, Google riconosce le versioni desktop e mobile dello stesso sito come entità separate. D’ora in poi, se il sito utilizza URL diversi per le versioni desktop e mobile del sito, allora (se configurato correttamente) i segnali di ricerca sui computer saranno generati in base all’URL visto dall’utente della versione “completa” del sito. Questo potrebbe portare alcuni editori a vedere punteggi molto diversi per le due versioni del loro sito. 

Perché l’ottimizzazione su desktop potrebbe essere più difficile di quanto sembri

Con una maggiore velocità di connessione e una maggiore potenza di elaborazione, i computer desktop dovrebbero, a quanto risulta, avere prestazioni migliori su Core Web Vitals, ma questo non è necessariamente il caso. Infatti, le cifre del Chrome User Experience Report mostrano che per i primi 1000 siti media a livello globale, solo il 59% è conforme al CLS sul loro sito desktop, rispetto al 67% su mobile. Questo significa che i siti desktop stanno sperimentando più spostamenti di layout inaspettati sulle pagine di quanto dovrebbero idealmente essere – un problema che spesso porta a clic accidentali da parte degli utenti e, di conseguenza, a penalizzazioni da parte di Google.

I punteggi CLS più bassi sul desktop sono forse dovuti agli editori che hanno concentrato i loro sforzi di ottimizzazione sul mobile negli ultimi mesi. In molti casi, i siti desktop impiegano ancora delle impostazioni di caricamento troppo complicate e lente che potrebbero presto essere penalizzate nelle classifiche di ricerca.

Suggerimenti per ottimizzare Core Web Vitals per desktop

Utilizzare un CDN

Abbiamo spiegato qui i vantaggi dell’uso di una CDN (content delivery network), che è particolarmente efficace se gli utenti del tuo sito si trovano distanti dal server originale del sito. Quando si utilizza una CDN, i contenuti statici “pesanti” (immagini, video, CSS, ecc.) sono richiesti dal punto di presenza (un server intermedio che duplica i contenuti di quello principale) più vicino all’utente. Di conseguenza, il tempo di elaborazione di una richiesta dell’utente è notevolmente ridotto.

Prestare attenzione alle immagini

Anche se i dispositivi desktop possono gestire il caricamento delle pagine più velocemente dei dispositivi mobili, questo non significa che valga la pena sovraccaricare le pagine di immagini. Stiamo parlando di una semplice ottimizzazione della grafica sia nelle dimensioni (risoluzione) che nel formato. Naturalmente, nessuno usa immagini bmp nelle pagine, ma si dovrebbe prestare attenzione al WebP, che richiede meno risorse, e che può sostituire completamente il familiare formato png. Puoi anche approfondire e usare il caricamento lento delle immagini durante lo scorrimento di una pagina. Questo risparmierà le risorse dell’utente e aumenterà la metrica LCP.

Non dimenticare gli script

Che si tratti di uno script interno del tuo sito, o di uno script di terze parti, che fa riferimento a qualche risorsa esterna, tutto crea un carico aggiuntivo sulle pagine. Nel secondo caso, spesso anche più che nel primo, perché gli utenti devono aspettare una risposta non solo dal tuo, ma anche da un server di terzi. Quindi scegliete con cura i vostri plugin, tracker e annunci. Allo stesso tempo, sarà utile condurre dei test A/B per misurare le prestazioni.

Riserva di spazio per gli annunci

Ogni pubblicità deve avere il suo spazio riservato, elaborato dal browser, in caso contrario il modello della pagina non verrà visualizzato correttamente. Di solito si presenta così: un utente apre la pagina, aspetta il caricamento del contenuto principale (probabilmente ci clicca sopra) e vede come la pagina si sposta sempre più in là, impedendogli di lavorare con il suo contenuto. Questo è il modo in cui spesso si caricano gli annunci senza spazio assegnato, ed è un modo sicuro per far cadere il tuo punteggio CLS. Tieni anche presente che questo tipo di annuncio di solito risulta essere non adattabile (non tiene conto della risoluzione dello schermo del dispositivo).

Imposta il monitoraggio dell’utente reale

Per ottimizzare il tuo sito in modo efficace e ottenere un feedback immediato su qualsiasi cambiamento effettuato, è importante ottenere dati sui parametri Core Web Vitals in tempo reale, che sono basati sulle esperienze reali dei visitatori del tuo sito. Se ti affidi a strumenti come Google Search Console, che sono basati su dati storici, può essere difficile vedere le conseguenze di qualsiasi miglioramento che stai facendo, o agire rapidamente se i tuoi punteggi iniziano a scendere.

Clickio Web Vitals Monitoring offre un’analisi granulare in tempo reale dei CWV, e garantisce avvisi automatici se i parametri scendono sotto un certo livello. Inoltre, offre agli editori la possibilità di filtrare per pagina, dispositivo, browser e dimensioni personalizzate, al fine di individuare l’origine di eventuali problematiche che necessitano di essere risolte.

Clicca qui per registrarti gratuitamente a Clickio Web Vitals Monitoring.