Per gli editori, la velocità è importante. Con i lettori che utilizzano sempre più il mobile per navigare su internet, avere un sito in cui pagine e contenuti si carichino rapidamente è assolutamente fondamentale. In questo blog post vedremo perché migliorare la velocità di un sito web è importante, come fare a migliorarla e perché le Progressive Web App possono essere una valida e funzionale soluzione.


Indice


Perché migliorare la velocità di un sito web è importante

Generalmente, quando si ha un sito, le cose su cui si tende ad investire di più sono il design o i contenuti. Ma questi sforzi possono essere del tutto vani, se le pagine di quel sito si caricano lentamente o in maniera incompleta. L’utente infatti, davanti a un’esperienza di navigazione rallentata e frustrante, finisce col perdere la pazienza e abbandonare il sito, con negative conseguenze per l’editore. E questo vale ancor di più se si naviga da mobile, su cui il pubblico si aspetta siti non solo veloci ma anche facili da esplorare.

Ecco qualche numero, tanto per intenderci. Secondo dati di Google, attualmente il 75% dei siti mobile impiega più di 10 secondi per caricare, e il 53% degli utenti lascia un sito mobile dopo 3 secondi di attesa. Sempre Google ci dice che le conversioni (il passaggio da utente a consumatore) diminuiscono del 12% per ogni secondo extra che una pagina impiega a caricare. Quindi, se state cercando di vendere abbonamenti alla vostra testata e il vostro sito impiega, diciamo, 6 secondi a caricare, potreste perdere ogni giorno il 36% di potenziali abbonati. Non è poco.

In futuro, inoltre, gli utenti potranno essere informati della velocità di un sito ancora prima di aprirlo. Google infatti ha da poco annunciato di stare sperimentando su Chrome dei badge per identificare chiaramente il livello di velocità con cui i siti caricano le loro pagine. E di certo, avere il bollino di “sito lento” non è una buona cosa per l’immagine di un sito, né per quella del suo proprietario. Per questo, migliorare la velocità di sito web è davvero importante.

Come migliorare la velocità di un sito web

La velocità di un sito web dipende da vari fattori. Il più lo fa la sua “leggerezza”, ossia le dimensioni (in termini di byte) delle sue componenti. Le immagini, ad esempio: se sono molto grandi, o se sono in formati pesanti (come TIFF e BMP) possono essere tra le principali cause di lentezza di un sito. Ma tra i possibili “freni” al caricamento possono esserci anche i reindirizzamenti a più pagine, un eccessivo numero di plugin, o l’impostazione di tempi di risposta del server troppo lunghi. Anche gli annunci pubblicitari hanno una parte di responsabilità: un carico pubblicitario (ossia la quantità di spazi pubblicitari) eccessivo può sicuramente concorrere a rallentare il sito, così come l’utilizzo di alcuni formati rich media, o un alto numero di passaggi (passback) della chiamata pubblicitaria da un server all’altro.

Detto questo, migliorare la velocità di un sito web è comunque possibile. Ma come? Innanzitutto bisogna valutare l’entità del problema. Esistono vari servizi per misurare le performance di un sito: Google, ad esempio, offre PageSpeed Insights, che analizza le performance di una pagina su desktop e mobile, dando un punteggio alla sua velocità e user experience ed anche identificando i problemi che richiedono soluzione. Un po’ più approfondita invece è la valutazione che dà Lighthouse, un prodotto open-source che misura le performance di un sito direttamente nel browser, analizzandone performance, accessibilità e tanto altro.

Una volta valutata l’entità del problema, bisogna passare in rassegna tutte le sue possibili cause, tra cui possono esserci quelle che abbiamo elencato sopra. In questa guida, Google offre una serie di suggerimenti per migliorare le possibili caratteristiche del sito che possono avere impatto sulle sue performance.  

Se però i problemi sono più di uno, come spesso succede, risolverli singolarmente può essere complicato. In questo caso, può essere utile ricorrere alle cosiddette Progressive Web App.

Cosa sono le Progressive Web App?

Le Progressive Web App (PWA) sono una via di mezzo tra un’app e un sito. Sostanzialmente, si tratta di pagine web mobile arricchite di caratteristiche simili a quelle di un’applicazione, come la possibilità per l’utente di accedere a contenuti anche da offline o di salvare il sito sul display del suo dispositivo mobile, la capacità per gli editori di mandare notifiche push e, non da ultimo, una maggiore rapidità nel caricamento e nel passaggio da un contenuto all’altro. Anche l’interfaccia è molto simile a quella di un’app, ad esempio con la tipica visione full-screen. Le Progressive Web App hanno la struttura leggera delle app, ma a differenza di queste ultime non vengono scaricate dagli app store: il loro download, invece, avviene in background quando un utente visita il sito per la prima volta. Proprio grazie a questa struttura leggera, le Progressive Web App garantiscono un’esperienza di navigazione soddisfacente, fattore indispensabile per far sì che gli utenti ritornino sul sito in futuro.

Cos’è Clickio Prism?

All’interno della sua offerta, Clickio offre Prism, una tecnologia capace di trasformare qualsiasi sito di contenuti in Progressive Web App. Al cuore della soluzione c’è la tecnologia AMP (Accelerated Mobile Pages) di Google ottimizzata per mobile, su cui, grazie alla libreria Shadow AMP, Prism può applicare script e widget customizzati, per creare progressive web app su misura per le esigenze di ogni editore.

Le funzioni che Prism mette a disposizione dei publisher sono tante, dal passaggio da un articolo all’altro con un semplice swipe, alla possibilità di inserire contenuti consigliati sia al termine di un articolo che all’interno dell’articolo stesso.

Non da ultimo, con Prism è possibile ottimizzare il layout pubblicitario del sito, rendendolo ancora più performante. Grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale, Prism analizza vari parametri come il tipo di dispositivo e di connessione internet, la distribuzione dei contenuti e il comportamento dell’utente, ed elimina la pubblicità dove non è necessaria, posizionandola invece nei luoghi del sito più performanti. Il risultato è una maggiore viewability e un più rapido caricamento delle pagine con una user experience superiore.

Prism è la soluzione ideale per gli editori che vogliono migliorare la velocità del loro sito web, allo stesso tempo garantendo ai lettori un’esperienza di navigazione piacevole e coinvolgente.

Contattaci se vuoi saperne di più.